Facebook Pixel Code

Ci sarà davvero il declino dei motori di ricerca? Ecco il parere degli esperti

Ci sarà davvero il declino dei motori di ricerca? Ecco il parere degli esperti

Negli ultimi tempi, si è acceso un vivace dibattito sull'evoluzione della ricerca su internet e sul possibile declino dei motori di ricerca tradizionali a causa dell'intelligenza artificiale (AI). Diverse voci autorevoli del settore hanno offerto spunti di riflessione interessanti su questo tema. In questo articolo, esploreremo alcune di queste opinioni e cercheremo di capire se davvero siamo di fronte alla fine di un'era.

La visione di Simone Puorto

Simone Puorto, in un articolo su LinkedIn, ha lanciato un provocatorio "Search is Dead". Secondo lui, la ricerca tradizionale è destinata a scomparire, sostituita da nuovi metodi di scoperta dei contenuti che non necessariamente contrastano con la ricerca classica. Egli evidenzia come ci siano situazioni in cui la ricerca tradizionale rimane indispensabile, come quando vogliamo conoscere gli orari di un'attività, scoprire chi è il marito di una celebrità o sapere dove si trova Kaliningrad.

L'analisi di Gianluca Diegoli

Gianluca Diegoli offre un'analisi più strutturata, inserendo il "prodotto" ricerca nel contesto della teoria del marketing. Diegoli si interroga su come l'introduzione di modelli AI come Perplexity possa segmentare il mercato della ricerca in maniera più efficace. Potrebbe esistere una molteplicità di "motori di ricerca" che rispondano a bisogni specifici? La ricerca potrebbe trasformarsi per alcuni segmenti, diventando qualcosa di diverso rispetto al passato?

La Prospettiva di Giorgio Taverniti

Giorgio Taverniti, in un recente video su YouTube, sottolinea come la SEO e il content marketing stiano già cambiando significativamente. L'avvento dell'AI potrebbe accelerare questa trasformazione, portando a un cambiamento radicale delle regole del gioco per la SEO e il marketing dei contenuti. Questo potrebbe significare meno post ripetitivi e più qualità, con un traffico ridotto ma più mirato e rilevante.

Il Parere dei professionisti del settore

Giovanni Mastropasqua, direttore marketing dell'agenzia Engenia, riflette attraverso un atteggiamento più olistico del mercato. Secondo Mastropasqua, è improbabile che i motori di ricerca tradizionali scompaiano del tutto. Piuttosto, essi si evolveranno per integrare le tecnologie AI in modo più efficiente. I motori di ricerca potrebbero diventare più sofisticati, offrendo risposte più precise e personalizzate, riducendo il bisogno di navigare attraverso numerosi risultati per trovare l'informazione desiderata. 

Andrea Scarpetta, alias garethjax, riflette sul cambiamento del panorama digitale dagli albori di internet ad oggi. Egli osserva come i blog personali siano stati soppiantati dai social media, che offrono una gratificazione immediata. Tuttavia, immagina un futuro in cui autori indipendenti possano creare contenuti di alta qualità che sfuggono agli algoritmi degli LLM (Large Language Models), basandosi sul passaparola.

Martino Mosna aggiunge che, se la ricerca non esistesse più, rimarrebbe il broadcast. Egli sottolinea come la "Query-Response" sia alla base della Search e difficilmente sparirà, poiché è un'architettura fondamentale per rispondere a intenti attivi.

Un futuro di convivenza e trasformazione

Quindi, cosa possiamo aspettarci dal futuro della ricerca? La storia dei mezzi di comunicazione di massa ci insegna che raramente una nuova tecnologia soppianta completamente la precedente. Piuttosto, si assiste a una coesistenza e a una continua evoluzione. La radio non è scomparsa con l'avvento della televisione, così come i social media non hanno eliminato la ricerca tradizionale. È probabile che i motori di ricerca e l'AI convivano, evolvendosi per soddisfare diverse esigenze e segmenti di mercato.


L'evoluzione della ricerca su internet è inevitabile, ma la sua fine non è ancora scritta. L'intelligenza artificiale offre nuove opportunità e sfide, ma la ricerca tradizionale ha ancora un ruolo cruciale da svolgere. Le aziende e i professionisti del settore dovranno adattarsi, innovare e sfruttare al meglio le potenzialità offerte dalle nuove tecnologie per rimanere competitivi in un panorama in continua trasformazione.

Per ulteriori approfondimenti sulla Local SEO e su come migliorare le performance del tuo progetto locale, puoi contattare Local Strategy e consultare le risorse offerte da Luca Bove, esperto del settore.

Cosa pensano di noi i nostri clienti

Entra in contatto con il nostro staff

Compila il seguente modulo e descrivici in breve il tuo progetto o la tua esigenza. Ti contatteremo il prima possibile!

  Acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. 196/2003 e del Regolamento UE 2016/679, per le finalità necessarie alla fornitura del servizio, nell'informativa resa.
Telefono
Telefono

Ufficio: (+39) 0721 1830566
Commerciale: (+39) 366 1110000

E-mail
E-mail

Info: infoengenia.net
Pec: engeniapec.it

Indirizzo
Sede principale

Via del Fiume, 53
61032 Fano (PU)

Line