Facebook Pixel Code
  • Via del Fiume, 53 - 61032 Fano (PU)
  • +39 0721 1830566
  • eng3nia
  • Blog
  • Login

26/04/2021

Cosa sono i contenuti brandizzati e come utilizzarli al meglio?

Cosa sono i contenuti brandizzati e come utilizzarli al meglio?


Con la diffusione degli strumenti digitali e con l'utilizzo sempre più esteso dello smartphone, tutti noi ormai consumiamo una quantità impressionante di contenuti ogni giorno: articoli, video, immagini... questo nuovo mindset, questa nuova modalità di fruizione delle informazioni, ha portato a rivedere - e in parte a superare - anche il concetto di pubblicità tradizionale, accanto al quale, sempre più spesso, troviamo attività di branded content. Ma cosa sono i contenuti brandizzati e come possiamo utilizzarli al meglio per la nostra attività? I contenuti brandizzati sono contenuti online sotto forma di post sui social network, foto, video ma anche articoli di blog (sponsorizzati o spontanei) di una qualsiasi realtà aziendale che intenda dare visibilità al brand o a prodotti e servizi che offre, e sono creati quindi ad hoc in accordo con il content creator e la sua linea editoriale, per trasmettere i valori dell'azienda stessa. In sostanza la sponsorizzazione del brand viene effettuata all'interno di un contenuto che altri blogger, influencer, ecc., veicolano alle proprie community di riferimento, senza snaturare i propri valori e mescolandoli con un effetto quasi naturale. Gli utenti della community vedono e leggono con piacere quel messaggio, in quanto rispecchia lo stile a cui sono abituati e al tempo stesso riconoscono determinati valori al nostro brand. 

Come e dove posizionare i contenuti brandizzati

Quando si progettano dei contenuti brandizzati, bisogna prestare attenzione a dove andarli a posizionare. Un influencer, ad esempio, deve avere una nicchia - più o meno grande - di utenti che siano interessati a quello che noi vogliamo proporre e che condividano, quindi, uno stile di vita, una filosofia, un linguaggio, un tone of voice - sia wording che visual - affini al nostro. I contenuti brandizzati quindi – se ben progettati - consentono di fornire al “marchio” un miglior posizionamento sul mercato grazie all'individuazione e all'indirizzamento dei messaggi a community già esistenti e già profilate, aumentando ancor di più il valore dell'azienda. Prima di creare il contenuto, però, il nostro cliente dovrà essere chiaro con il content creator, detto anche “copy”, dichiarando quale sia la sua proposta di valore, ovvero quale esigenza vogliamo soddisfare e come, e a quale target di riferimento vogliamo rivolgere questa proposta. I contenuti brandizzati, inoltre, sono fondamentali anche quando vogliamo attrarre nuovi potenziali consumatori, poiché – spesso - proprio questo tipo di messaggio rappresenta il primo contatto che un utente ha con l'azienda, e affinché questo primo contatto sia redditizio, questi contenuti devono interessare l'utente, incuriosirlo, coinvolgerlo emozionalmente e non solo. 

Come catturare l'attenzione dell'utente con i contenuti brandizzati?

1. Attraverso informazioni utili e di valore per il suo pubblico di riferimento. 
2. Attraverso messaggi originali e creativi che catturino l'attenzione e suscitino curiosità. 
3. Attraverso contenuti coinvolgenti, emozionali ed empatici. 

Sappiamo che le emozioni giocano un ruolo chiave nella scelta di un brand piuttosto che un altro: quando il contenuto non aggiunge valore o non è in linea con gli interessi dei gusti degli utenti della community cui ci stiamo rivolgendo, infatti,  viene rifiutato o ignorato, perché considerato fastidioso e ripetitivo e questo è il caso di molte pubblicità che vediamo su diversi media digitali alle quali non prestiamo neanche uno sguardo. A livello di scelte di budget, poi, per attività di marketing e comunicazione, la creazione di contenuti brandizzati è molto più economica di quella di tanti altri strumenti, e anche per questo si rivela perfetta per le startup e le piccole attività commerciali. Inoltre un grande vantaggio che deriva da questo tipo di promozioni, è che la presenza online - rispetto ad esempio al classico volantinaggio all'affissione di locandine - amplifica molto il numero di persone che possiamo raggiungere, e quindi moltiplica in modo significativo l'opportunità di essere visti, ascoltati e osservati, diminuendo i tempi necessari al raggiungimento di tale audience.

Footer